Guadagnare con un blog: lavoro o passatempo?

Guadagnare con un blog è una delle ricerche più cliccate sui motori di ricerca come Google, Bing, e altri. L’idea che passa per la testa dell’aspirante blogger è probabilmente la vita di Chiara Ferragni, blogger moda da milioni di euro l’anno. Oppure il futuro scrittore in erba si immagina direttamente su una spiaggia deserta, a sorseggiare un cocktail mentre verifica il numero di utenti dal contatore Google Analytics del proprio sito.

Dispiace deludere il pubblico che legge, ma la realtà è un po’ differente. Anche chi arriverà, dopo anni di impegno, ai livelli dei più grandi blogger mondiali, difficilmente potrà pensare di rimanere su una spiaggia. Il blog ha bisogno di alimentazione continua e costante, i vostri utenti – se ne avrete qualcuno in più di moglie, figli e suocera – cercheranno di trovare contenuti interessanti, e soprattutto nuovi. Chi volete che torni sul vostro blog, dopo aver letto tre volte lo stesso articolo, perchè non mettete mai nulla di nuovo? Come un canale tv dove salta fuori sempre lo stesso episodio di uno show, visto e rivisto 10 volte. Dopo 10 secondi cambiate canale, o mi sbaglio? Lo stesso fa il vostro utente del blog. La differenza, rispetto al canale televisivo, è che l’utente di blog non torna più sul vostro sito, e anzi lo ricorderà come un luogo dove si possa solo perdere del tempo.

Scrivete delle vostre passioni

Questo è quanto dicono tutti i siti dove si consiglia di aprire un blog personale, un blog per guadagnare, magari senza lavorare.

Può essere un ottimo punto di partenza, ma non è necessariamente la “legge”. Potete anche parlare di argomenti di cui non siete appassionati al punto da morirne, ma per i primi pezzi del vostro sito forse sarà meglio scegliere materie su cui scrivete con più facilità, con una discreta leggerezza e fluidità.

Se tutti quelli che scrivono, scrivessero solo di proprie passioni, non esisterebbero i giornalisti. Benchè poi, dopo anni e anni di carriera, qualcuno – non tutti, qualcuno – riesca a specializzarsi in argomenti per cui si senta ben “ferrato”.

Dunque preparate un breve elenco delle vostre passioni, degli argomenti che vi piacciono e di cui vi trovate più spesso a parlare con amiche e amici. Meglio ancora se siete fra quelle persone a cui tutti i conoscenti pensano, e telefonano, per chiedere un consiglio specifico su un argomento.

Come guadagnare con un blog

Annunci Google Adsense

Google Adsense è una piattaforma di Google, sulla quale potete iscrivervi gratuitamente. Una volta completato l’inserimento di tutti i dati, arete un codice a disposizione per inserire dei banner direttamente nelle pagine del vostro Blog.
Per i CMS più conosciuti esistono dei plugin già pronti, ad esempio per WordPress, che vi evitano anche la parte noiosa del lavoro, l’inserimento dei codici all’interno degli articoli.
Ci sono alcune regole che dovrete guardarvi bene da infrangere, pena la sospensione immediata dell’account, ma oltre a questo non dovrete fare altro. Se non aspettare che qualche vostro utente clicchi sul banner ed esca dal vostro blog, verso un’altra destinazione.
I ricavi sono bassini, alcuni parlano di un euro a click, ma non è mediamente così. Dipendono comunque dal traffico e dai contenuti del blog. Potete sempre provare, e se non vi soddisfa, eliminare l’affiliazione.

Annunci Pubblicitari e Banner di Aziende

Con lo stesso criterio, potete inserire nel vostro blog gli annunci forniti da molte aziende che vogliono farsi pubblicità, oppure di gruppi che imitano AdSense, che usano lo stesso criterio.
Naturalmente potrete voi stessi proporre uno spazio ad aziende che possano essere interessate al target raggiunto dal blog, ma dovrete necessariamente fornire qualche numero a tre cifre, e non visite di uno o due utenti al giorno.
Se avete un traffico discreto, è un ottimo modo per avere una cifra fissa per ogni inserzione pubblicitaria. Non vi conviene “barare”, perchè per i clienti è facile controllare se le visite dichiarate sono reali, e i più svegli vi chiederanno l’accesso a Google Analytics.

Vendere con le Affiliazioni

Il sistema delle affiliazioni è molto semplice, e altrettanto semplicemente potreste guadagnare. Uno dei più noti in questo periodo è quello realizzato da Amazon, ma ce ne sono migliaia di altri, altrettanto importanti.
In modo molto semplice ogni volta che qualcuno cliccherà sul link posto sul vostro blog, per andare a vedere e, si spera, a comprare un prodotto ad esempio su Amazon, riceverete sul vostro conto da affiliato – a cui vi sarete preventivamente registrati – una percentuale variabile, di solito, dal 5 al 10%.
Semplice e veloce. Ovviamente se accompagnate la foto del prodotto cui siete affiliati con una breve recensione e un redazionale, ci saranno molte più probabilità di vederlo cliccare dal vostro utente.

Perchè poi non provare a creare il vostro prodotto personale, online? Conoscendo a fondo un’area potete creare la vostra guida, un ebook, da vendere sia sul vostro sito che su molti altri che prevedono la vendita di prodotti online, come ad esempio Differentacademy, DifferentMag, Udemy, Skillshare, e molti altri.

Crea Newsletter
Sembrava passata di moda, invece la newsletter è ancora un ottimo sistema per vendere online, sul web.
Per raccogliere indirizzi email il metodo più semplice è quello di offrire un omaggio a chi si iscrive al vostro sito, a chi vi manda i suoi contatti o la sua mail. Un ebook, ad esempio, o una guida o parte di essa, un estratto.

Offri ad altri blogger il Guest Post, a pagamento

Raggiunta una notevole autorevolezza nel tuo settore, altri blogger potrebbero voler scrivere e mettere la loro firma su articoli ospitati direttamente fra le vostre pagine. Il motivo non è solo la visibilità, il traffico, ma anche e soprattutto la creazione di backlink che ritornino verso il loro stesso blog.
Più il sito è autorevole, più i backlink sono richiesti, e pagati. Arrivano anche a centinaia di euro. Vi immaginate un link dal sito della Apple, che consiglia il vostro blog ?

Vendi servizi o consulenze

Se il sito è sufficientemente interessante su uno o più argomenti, e contiene materiale di qualità certa, potrà servire da base per attrarre utenti e metterli in contatto con voi e fra di loro, per servizi e consulenze di ogni tipo.
Lo scopo è sempre lo stesso, ottenere visite e visualizzazioni, un po’ come offre Lolli Group con i diversi pacchetti All Inclusive Web.

Importantissimo e fondamentale consiglio: non pensate minimamente di diventare ricchi, ma scrivete e dedicatevi alle vostre passioni, sul vostro blog. Chi tenta di scrivere solo per soldi, inevitabilmente abbandona e fallisce. Idem chi lo fa su un argomento che non conosce.
Solo chi ha il fuoco della passione a spingerlo, oltre naturalmente alla conoscenza sufficiente dell’argomento, potrà arrivare davvero a un blog di successo, che renda centinaia e migliaia di euro ogni mese.

Forse potresti leggere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.